apr 22

VIVERE FANO – Apre a Fano il primo centro per vittime di bullismo

Download PDF

VIVERE FANO - Apre a Fano il primo centro per vittime di bullismoSarà attivo dal mese di maggio il primo centro fanese dedicato alle vittime di bullismo ed al recupero dei ragazzi fragili. Il progetto vedrà l’attivazione di uno sportello nel quartiere San Martino, nella nuova sede dell’associazione Vocinelvento Onlus, che ha messo in piedi l’iniziativa nell’ambito del progetto “Sbullit Action”.

Si tratta di un luogo in cui i ragazzi ma anche i genitori o gli insegnanti potranno accedere avvalendosi della consulenza di professionisti fra cui psicologi ed avvocati, che indirizzeranno i soggetti verso un percorso di aiuto e sostegno. L’accesso allo sportello, che sarà aperto tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19, prevede un primo incontro gratuito, ed in seguito una convenzione con professionisti del settore.

I progetti dell’associazione fanese prevedono anche la redazione di un giornalino che vedrà la partecipazione dei ragazzi delle scuole fanesi, con l’obiettivo di combattere le situazioni di bullismo proprio grazie alla creatività ed all’ironia dei ragazzi. La macchina organizzativa per la prima edizione partirà a settembre, per la quale si confida nella partecipazione degli studenti dell’Istituto Apolloni con cui sono già stati avviati i contatti. Nel frattempo proseguono le attività di incontri nelle scuole medie fanesi, in cui si affrontano le tematiche del bullismo.

E’ stato presentato in comune, nel frattempo, il progetto cardine dell’associazione, ovvero quello che prevede la creazione di un centro polivalente, per il quale è stata acquisita un’area di 60mila mq, in cui troverà posto una tensostruttura nella quale grazie alla collaborazione di agenzie di comunicazioni nazionali si porteranno artisti capaci di coprire i 5mila posti previsti. Il progetto, finalizzato allo svolgimento di molteplici attività, servirà a creare numerosi posti di lavoro, che verranno in parte coperti da persone in categorie protette, in modo da poterle aiutare ad inserirsi nel mondo del lavoro.

“L’indotto economico di questa operazione – spiega Mario Zamboni, presidente dell’associazione – creerà nuove opportunità lavorative e porterà un vasto pubblico nella nostra città, tenendo conto che il riferimento sarà tutto il centro Italia”.

Per quanto riguarda il finanziamento dell’intera operazione, Zamboni ricorda la triplice strategia dell’associazione, che operando in un momento di difficoltà economica ha cercato e già messo in atto tre strade: “Il nostro progetto è stato modulato ad hoc da una società specializzata in finanziamenti agevolati – spiega Zamboni – in modo da rientrare in specifici bandi per ottenere il massimo finanziamento tramite i fondi europei. Oltre a questo abbiamo preso contatti con una società internazionale in grado di offrire accordi strategici con partner istituzionali e commerciali, a cui è stata affidata la completa gestione della comunicazione, marketing, eventi e sponsorizzazioni. Terzo ma non ultimo per importanza il reperimento fondi attraverso una piattaforma informatica che provvederà ad operare attraverso la formula delle donazioni e del Crowfunding”.

A chi guarda con incredulità l’intera operazione il presidente della Onlus risponde senza scomporsi: “Noi ci crediamo e facciamo sul serio. Abbiamo tutte le carte in regola, e se non ci verrà data la possibilità di operare Fano perderà una grande opportunità”. Sul riscontro economico del progetto per l’intera città Zamboni non ha dubbi: “Fano ha bisogno di crescere, e la creazione di questo centro aprirà sicuramente nuove possibilità. In una città come la nostra occorre investire e realizzare iniziative per i giovani e non solo, altrimenti la si lascia morire”.

di Francesco Gambini
redazione@viverefano.com

 

nov 23

Quotidiano online ‘Sostenitori delle Forze dell’Ordine’ – ‘Sbullit’: rinascere con la musica contro i bulli

Download PDF

Quotidiano ‘Sostenitori delle Forze dell’Ordine’ - ‘Sbullit’: rinascere con la musica contro i bulli“Un sogno è grande quanto grande è credere in un sogno”. Con questo slogan è stato presentato l’altro ieri Sbullit Action un progetto di contrasto al bullismo e di educazione delle nuove generazioni, che coinvolge le scuole fanesi con l’ambizione di diventare presto un format televisivo.

«È un progetto unico spiegano gli ideatori riuniti nell’associazione Vocinelvento Onlus, che porterà nel sociale l’azione a tutela e protezione dei ragazzi e attraverso gli artisti lo sviluppo dei giovani e del loro futuro: con musica, progetti scolastici, arte, canzoni, poesia e tanto altro». La mission dell’intero progetto è intercettare le azioni di bullismo e programmare un’assistenza coordinata tra docenti, psicologi e genitori per individuare i ragazzi fragili e creare quel rapporto amicale confidenziale con gli adolescenti.
È una proposta multidimensionale che si snoda attraverso tre linee principali: piattaforme virtuali di scambio tra operatori e vittime, il fumetto e la musica. In collaborazione con l’ente formativo Praxis è il progetto teatrale Amaranta.

Il sogno a portata di mano è quello di realizzare qui a Fano, su un terreno privato di circa centomila metri quadri (tra Chiaruccia e Tre Ponti) una tensostruttura da 5mila posti «pronti per almeno 5mila idee» che offrirà lavoro a 70 persone circa. «L’idea spiega Mario Zamboni – nasce da un sogno avuto in comune con l’amico Lucio Dalla: creare un ambiente che rappresentasse un lab-oratorio di idee sul modello di Don Bosco, dove persone anche vittima di soprusi avrebbero potuto esprimersi in svariate forme creative. Il mondo della canzone è un pianeta ideale dove ragazzi si ritrovano. Fano produce musica ed attraverso la musica possiamo dare autostima ai ragazzi e ai giovani, anche più fragili». Costo complessivo dell’operazione 6milioni di euro.

Per questo ora si cercano sponsor etici. «Il format vuole essere anche un invito per l’imprenditoria ad investire in un’iniziativa di grande spessore che vede realizzare un progetto per i giovani e la loro crescita, posti di lavoro e un futuro migliore per i nostri figli. Il progetto, con la creazione di opere di impresa che diventino impresa sociale, è una risorsa in quanto offre occupazione persone appartenenti a categorie di ogni genere in particolare quelle protette». Con l’aiuto di Armando Dolci che ha collaborato lungo con Lucio Dalla, Aurelio Donninelli (in arte Aax Donnel) che negli anni 80 scalava le top ten europee e giapponese, Luigi Lopez che ha scritto per molti grandi nomi del panorama internazionale (tra gli interpreti delle sue canzoni Mina, Ornella Vanoni e Mia Martini) ed Ernesto Grassani disegnatore del celebre Dylan Dog si cercherà poi di organizzare 10 mega concerti l’anno qui a Fano. Dove? «Abbiamo acquistato sei ettari di terreno e nei prossimi 18 mesi verranno realizzati parcheggi, utenze varie e la piattaforma sulla quale installare la tensostruttura di Zelig Circus. Saranno operative nei tempi successivi una foresteria e la ristrutturazione degli edifici esistenti». Infotel. 0721.830324

 

nov 04

PU24.it – Sbullit e Cisl unite contro il bullismo: parte il progetto nelle scuole medie inferiori di Fano

Download PDF

PU24.it - Sbullit e Cisl unite contro il bullismo: parte il progetto nelle scuole medie inferiori di FanoFANO – Questa mattina l’associazione di volontariato Sbullit e la Cisl ha presentato, insieme al sindaco Seri e all’assessore Mascarin, un interessante progetto. L’idea poggia su una serie di iniziative di animazione musicale e teatrale, per far emergere il problema, farlo capire, farne prendere coscienza anche ai giovani cittadini: quelli che frequentano le classi delle medie inferiori di Fano. Tutto è nato da un incontro tra Sbullit e la Cisl. Perché il problema riguarda i giovani ma poi, a volte, è alle basi del mobbing  o di altri problemi che si verificano nel mondo del lavoro. Massima attenzione, quindi: anche la Prefettura, nel giorni scorsi , aveva presentato un numero di telefono per segnalare casi di bullismo in provincia. Per saperne di più leggi il pdf prodotto dall’associazione Sbullit clicca su SLIDES Crossing Padalino

nov 04

InfoNews24 – ‘Sbullit’: rinascere con la musica contro i bulli

Download PDF

InfoNews24 - ‘Sbullit’: rinascere con la musica contro i bulliFano, 2 novembre 2014 – Un sogno è grande quanto grande è credere in un sogno». Con questo slogan è stato presentato l’altro ieri Sbullit Action un progetto di contrasto al bullismo e di educazione delle nuove generazioni, che coinvolge le scuole fanesi con l’ambizione di diventare presto un format televisivo.

“È un progetto unico spiegano gli ideatori riuniti nell’associazione Vocinelvento Onlus, che porterà nel sociale l’azione a tutela e protezione dei ragazzi e attraverso gli artisti lo sviluppo dei giovani e del loro futuro: con musica, progetti scolastici, arte, canzoni, poesia e tanto altro». La mission dell’intero progetto è intercettare le azioni di bullismo e programmare un’assistenza coordinata tra docenti, psicologi e genitori per individuare i ragazzi fragili e creare quel rapporto amicale confidenziale con gli adolescenti.

È una proposta multidimensionale che si snoda attraverso tre linee principali: piattaforme virtuali di scambio tra operatori e vittime, il fumetto e la musica. In collaborazione con l’ente formativo Praxis è il progetto teatrale Amaranta.
Il sogno a portata di mano è quello di realizzare qui a Fano, su un terreno privato di circa centomila metri quadri (tra Chiaruccia e Tre Ponti) una tensostruttura da 5mila posti “pronti per almeno 5mila idee»

nov 03

IL RESTO DEL CARLINO – ‘Sbullit’: rinascere con la musica contro i bulli

Download PDF

IL RESTO DEL CARLINOUn progetto e una tensostruttura per aiutare i ragazzi fragili: ma costa 6 milioni di euro.

La tensostruttura da 5mila posti.

Fano, 2 novembre 2014 – Un sogno è grande quanto grande è credere in un sogno». Con questo slogan è stato presentato l’altro ieri Sbullit Action un progetto di contrasto al bullismo e di educazione delle nuove generazioni, che coinvolge le scuole fanesi con l’ambizione di diventare presto un format televisivo.

«È un progetto unico spiegano gli ideatori riuniti nell’associazione Vocinelvento Onlus, che porterà nel sociale l’azione a tutela e protezione dei ragazzi e attraverso gli artisti lo sviluppo dei giovani e del loro futuro: con musica, progetti scolastici, arte, canzoni, poesia e tanto altro». La mission dell’intero progetto è intercettare le azioni di bullismo e programmare un’assistenza coordinata tra docenti, psicologi e genitori per individuare i ragazzi fragili e creare quel rapporto amicale confidenziale con gli adolescenti.

È una proposta multidimensionale che si snoda attraverso tre linee principali: piattaforme virtuali di scambio tra operatori e vittime, il fumetto e la musica. In collaborazione con l’ente formativo Praxis è il progetto teatrale Amaranta.

Il sogno a portata di mano è quello di realizzare qui a Fano, su un terreno privato di circa centomila metri quadri (tra Chiaruccia e Tre Ponti) una tensostruttura da 5mila posti «pronti per almeno 5mila idee» che offrirà lavoro a 70 persone circa. «L’idea spiega Mario Zamboni – nasce da un sogno avuto in comune con l’amico Lucio Dalla: creare un ambiente che rappresentasse un lab-oratorio di idee sul modello di Don Bosco, dove persone anche vittima di soprusi avrebbero potuto esprimersi in svariate forme creative. Il mondo della canzone è un pianeta ideale dove ragazzi si ritrovano. Fano produce musica ed attraverso la musica possiamo dare autostima ai ragazzi e ai giovani, anche più fragili». Costo complessivo dell’operazione 6milioni di euro.
Per questo ora si cercano sponsor etici. «Il format vuole essere anche un invito per l’imprenditoria ad investire in un’iniziativa di grande spessore che vede realizzare un progetto per i giovani e la loro crescita, posti di lavoro e un futuro migliore per i nostri figli. Il progetto, con la creazione di opere di impresa che diventino impresa sociale, è una risorsa in quanto offre occupazione persone appartenenti a categorie di ogni genere in particolare quelle protette». Con l’aiuto di Armando Dolci che ha collaborato lungo con Lucio Dalla, Aurelio Donninelli (in arte Aax Donnel) che negli anni 80 scalava le top ten europee e giapponese, Luigi Lopez che ha scritto per molti grandi nomi del panorama internazionale (tra gli interpreti delle sue canzoni Mina, Ornella Vanoni e Mia Martini) ed Ernesto Grassani disegnatore del celebre Dylan Dog si cercherà poi di organizzare 10 mega concerti l’anno qui a Fano. Dove? «Abbiamo acquistato sei ettari di terreno e nei prossimi 18 mesi verranno realizzati parcheggi, utenze varie e la piattaforma sulla quale installare la tensostruttura di Zelig Circus. Saranno operative nei tempi successivi una foresteria e la ristrutturazione degli edifici esistenti». Infotel. 0721.830324